>

Ecodent, Vittoria storica Muggia ne becca 100! - ASD ALPO BASKET '99

Vai ai contenuti

Ecodent, Vittoria storica Muggia ne becca 100!

News
A2 - ECODENT, VITTORIA STORICA MUGGIA NE BECCA CENTO

24 novembre 2014
da www.larena.it   Anna Perlini

Prestazione quasi perfetta da parte delle ragazze di coach Soave.
Non c'è stata storia sul parquet triestino, con Toffali sopra le righe.
Nei primi due minuti di gioco è già 11-0. Percentuali altissime al tiro.

Un rullo compressore. L'Ecodent non ha dato respiro al Muggia a cui ha inflitto 100 punti, un bottino a tre cifre che mai aveva raccolto nella sua storia. Un gap di 32 punti, e dalle statistiche rimbalzano i dati di una quasi perfetta Toffali, la '98 che si era fatta conoscere atleta incontenibile a campo aperto, risultata anche il mitra biancoblù capace di ha scardinare la gara già nel primo quarto. Non c'è praticamente stata storia sul parquet triestino. Una differenza che l'Alpo ha costruito non a rimbalzo o nelle palle recuperate, qualcuna in più delle padrone di casa, ma in attacco, con una giornata felice al tiro che non è detto possa ripetersi (difficile dimenticare la performance con Ferrara), fantastico quello dalla lunga, quasi il 74%, superiore di quattro punti di quello da 2. 6/8 di Toffali nei 17' giocati, con tre triple subito servite, tanto per chiudere la gara in un amen. La vittoria che porta il volto di squadra in cui tutte hanno messo il proprio mattoncino, segno di appartenenza al gruppo.
Nei primi 2' di gioco, l'Ecodent firma l'11-0 e poi accelera, le compagne seguono Toffali (14/19 il totale dai 6.75), +27' al 10' e mai una flessione, anche se il terzo quarto è stato un batti e ribatti costante, momento in cui le alpensi si sono limitate a gestire la gara già vinta nel primo tempo. Altro da dire sulla partita non c'è, la parola passa a coach Nicola Soave, in parte sorpreso. «Avevamo capito subito che la squadra era in buona forma, certo non ci aspettavamo questo distacco e di raggiungere le tre cifre. Il divario finale e i 100 punti fanno bene al morale, ma quello che avevo solo chiesto, era di vincere giocando un buon basket, continuo e di alto agonismo. Beh, ammetto, le ragazze si sono superate, l'attacco è stato da applausi, hanno dimostrato che anche le donne sono in grado di segnare tanto e bene».
Infranto uno stereotipo, l'Ecodent punta ad abbattere qualche altro tabù in esterna, perché questo vittoria corroborante è anche la prima che le biancoblù si guadagnano lontano dal parquet di Alpo dove sabato prossimo comincia il ritorno, ospite il Fassi Albino; il gruppo di Soave vuole riscattare la sconfitta.
«Dobbiamo essere chiari, per arrivare fra i primi quattro, dobbiamo far meglio – insiste il coach – abbiamo vinto quattro partite su otto, possiamo essere ancora più pericolosi ad iniziare dalla prossima settimana. La vittoria a Muggia è stata bella, ci dà due punti come qualsiasi altra vincita. Quello che conta di più è restare costanti nei 40'».

Torna ai contenuti