>

Società - ASD ALPO BASKET '99

Vai ai contenuti

Società

Chi Siamo


La società Alpo Basket nasce nel 1999, grazie alla passione per la pallacanestro del suo attuale allenatore e di alcune atlete: l'ultima, lo storico capitano, ha lasciato l'attività alla fine della stagione 2007/2008.
Nella stagione sportiva 1999/2000 l’Alpo Basket partecipa al campionato di Promozione femminile veronese classificandosi al quinto posto. La stagione seguente segna la svolta per la società: dopo aver cercato validi elementi nella provincia, riesce a formare un buon gruppo e vince il campionato con 23 vittorie in altrettante partite e si guadagna l'accesso alla serie C.
La stagione 2001/2002 è però piena di amarezze e si paga a caro prezzo l'inesperienza del salto di categoria. Arriva così la retrocessione dopo lo spareggio in gara 3 contro Venezia, in un campionato che ha visto il primo derby veronese con la Technomak Borgo Roma. La retrocessione viene però vanificata dalla mancata iscrizione proprio di Venezia che permette all'Alpo di riscriversi al campionato di serie C 2002/03.
Estate calda quella del 2002 con un'altra svolta per la società: il cambio di 7/10 delle giocatrici e l’arrivo dell'attuale sponsor Ecodent permettono alla squadra un ulteriore salto di categoria. La B regionale, nella stagione 2003/04, è molto dura e la salvezza arriva in gara 3 contro Belluno nella prima fase dei play-out; unica piccola soddisfazione, il terzo posto nella final four di Coppa Veneto.
Cambio di vice allenatore nella stagione successiva, con l’arrivo dell'attuale assistente Paolo Saviano, sempre in coppia con Nicola Soave: l’avvicendamento del vice allenatore dà la giusta carica alla squadra che al secondo anno di B regionale centra il salto di categoria che permette alla società di iscriversi di diritto alla B Nazionale nel campionato 2005/06.
Viene rinforzata la struttura societaria sia dal lato dirigenziale che dal lato tecnico. Obbiettivo salvezza per la prima stagione nel Campionato Nazionale, stagione che vede la squadra alpense viaggiare sempre a metà classifica, giocandosi a Cagliari l'accesso ai play-off: dopo 2 tempi supplementari arriva la sconfitta nell’ultima giornata, che consente comunque di guadagnare il nono posto che significa salvezza matematica.
La stagione 2006/07 parte con molte buone speranze, ma purtroppo il campionato si rivelerà più duro del previsto non solo per le lunghe trasferte (Chieti, Sulmona, Pescara tra le più lontane), ma perché i due coach non riescono mai ad avere la formazione al completo, inventandosi di partita in partita quintetti con non più di due o tre cambi disponibili, a causa dei continui infortuni. Si arriva così a giocarsi la salvezza con Civitanova ai play-out: la certezza di rimanere in B/Eccellenza arriva dopo aver vinto entrambe le gare della prima fase.
Nella stagione 2007/08 la squadra viene rinforzata, memori dell’annata precedente: partenza ottimale con le ragazze biancoblù che vincono 12 gare su 14, passando così come prime nel girone successivo, assieme a San Martino di Lupari e Bologna. La seconda fase però si preannuncia più dura della prima, l'obbiettivo è arrivare nei primi due posti del girone per accedere alle finali per l'A2.
La stagione termina con un 4° posto e segna l'addio al basket dello storico capitano Elisa Ferrarese che lascia lo scettro di veterana della squadra a Francesca Dotto in forza all'Alpo dalla stagione 2001/02.


Torna ai contenuti